L‘invisibile d‘io

Dico sempre, che se c’è da aver paura di qualcosa, non é di quel che si vede e tocca, semmai di ciò che esiste ma non siamo nella capacità di vedere in quanto si tratta di cose che per certi versi si possono indirettamente osservare sotto forma di effetti leggeri o meno che fanno sul nostro corpo e mente, ma nella realtà dei fatti, rimangono invisibili ad occhio nudo in quanto é umanamente impossibile di captarle o materializzarle.

In queste settimane è iniziata l‘accelerazione del Countdown finale per l‘essere umano, ci troviamo di fronte alla prima grande vera ed enorme apocalisse di ogni tempo e ciò nella piena e totale incoscienza comune, poiché siamo stati a tal punto traviati é deviati da un‘infinita di informazioni mediatiche, di tempistiche, di schemi, di malattie, di perversione,di materia, materiale e chi più ne ha più ne metta, da non essere più facile l‘accorgesene o il credere l‘uno o l‘altro parere, da non avere più fonti né fede neutrale o imparziale, nette opinioni, logica o filosofica che sia…a tal punto da autodichiararsi pronti al punto. Uguale cosa sia, quale sia, quanto sia e come venga…poiché quel che sarà o sarà é talmente grande per noi, da sembrare di non poterci più fare nulla. É proprio qui che i duri iniziano a giocare.

Leggi tuttoL‘invisibile d‘io

Tribunale vita

Si scarica carica, si riscarica e carica…nn so se parlo di una nave o di una batteria…so solo di quel pezzetto che voglio raccontare!

Voglio raccontare di una fanciulla che raccoglieva regali in spazzatura per trasformarli in giochi reali?e moderni, di quella fanciulla schiacciata al vento per interpretare un età troppo lontana da quella che desiderava e meritava…parlo di una bambina mai morta che però muore ogni giorno, per rinascere. Se non proprio ad ogni alba, comunque nasce e rinasce ad ogni nuova pagina di sé da scrivere.

Leggi tuttoTribunale vita