Un difficile addio

Non permettere mai che la bambina in te muoia, ma non concederle nemmeno di pilotarti il presente…soprattutto se in te, vive una bambina ferita da un passato duro, una bambina che oggi cerca quello che non c’era ieri, una bambina così desiderosa di cose che non possono tornare, non possono cambiare.

Sono caduta ancora e ad ogni volta lo schianto al suolo é più duro, ma ad ogni collisione si rivela una realtà, una verità. Credevo bastasse metterci la testa a capire un passato così pesante per non lasciarne tracce nel presente e poi nel futuro…quel che spesso non ho voluto affrontare parallelamente é stato il cuore, le emozioni…

Leggi tuttoUn difficile addio

Essere chi non sono

Forse sono chi non vorrei essere, forse vorrei essere chi non sono…non per rinuncia alla mia vita, non per gettare la spugna; semplicemente mi sento nel posto sbagliato al momento e ciò, non può giovare alla mia routine.

Come vedersi nello specchio e non riconoscersi nel contesto, come aggiungersi alla folla e sentirsi lo stesso soli, come navigare in corrente, a massimo sforzo e poco rendimento.

Non posso credere che a voi funziona tutto come mostrate nei social, nell’apparenza…siamo tutti fragili di fronte ad un „io“ che vuole parcheggiasti altrove.

Leggi tuttoEssere chi non sono

Un altro modo per dire bipolare

Anni or sono che porto la mia etichetta. Cucita addosso, vestita di stracci arcobaleno che sudano una dignità vinta, vincente, tremendamente abusata e delusa, amareggiata dagli schiaffi che un vento solo sa portare e togliere, la vita….

Leggi tuttoUn altro modo per dire bipolare

Dopo tanta strada, ancora

Dopo tanta strada, con le sue salite e discese, le immense praterie in pianura, con una gran positività nello zainetto ben stretto sulle spalle, ancora non ci credo nelle mie capacità…ancora mi sento delusa da me stessa, ancora chiedo troppo a me.

Leggi tuttoDopo tanta strada, ancora

Noi solo noi

Non posso essere un‘altra, ma certe volte vivere con me stessa é davvero difficile. Le mie paure, l‘ansia, l‘essere diversa con la mia malattia sono focolai che bruciano dentro, bruciano al punto da soffocarmi..e mentre vivo fra queste montagne russe mi preoccupo di non esternizzare questi miei stati d‘animo, mi preoccupo di non farli pesare ai miei cari quanto pesano per me finendo per masticarli di continuo.

Leggi tuttoNoi solo noi