I nuovi occhi

Una vita intera sulla bilancia, via vai di emozioni da controllare, errori da trasformare; occhi nuovi da posare su altrettante nuove vedute. Un cuore faticato, che troppo poco si é saputo perdonare, che troppo ha concesso di accadere.

Distanze sane come argini di protezione da risanare, per certi versi costruire ancora. Quanto in basso si deve arrivare per mettersi tanto in esame? Quanto desiderio lasciato inascoltato può meritare la forza?

Tempo, tempo futuro, presente e passato…ogni cosa da mettere a posto come una casa crollata con ogni genere di maceria e ricordo.

Leggi tuttoI nuovi occhi

Brutta bestia, la nuvola

Corri su vette di di cristallo celato,

sai che la vita non é stata buona con te

Bruci di anni ancora da vivere,

e senti l‘odore di orizzonti consumati..

Stanca ti avvicini agli obiettivi,

ricordi di un tempo in cui li abbracciavi di positivo;

non cambieresti la tua vita anche se non la augureresti a nessuno,

sei stata scelta tu per questa.

Nuvole che vengono a toglierti il respiro,

e tu che con quell‘armatura hai inforcato il diavolo,

non sai più di cosa sia giusto.

Sai di aver seminato, e di fiori ne hai visti tanti, ma ogni pioggia ti toglie il fiato.

Eppure tiri l‘aria, perché non vuoi mollare anche se il destino ha mollato te.

Alzi le maniche perché anche se ti senti morire, desideri sempre quel sole dietro le nubi.

Per una svolta, tante nuove strade

Sto uscendo ora da un anno abbondante di oscurità, sotto una costellazione di nuvole cariche di pioggia nella mia vita privata. Non mi sento la sola ad attraversare periodi di buio, siamo tanti anzi, per quel che riguarda me e questo faticoso periodo che sento di star buttando alle spalle, ho creduto per la prima volta nella mia vita, nonostante le varie brutte vicende che mi son capitate durante la mia esistenza, che non ne sarei più uscita…ho creduto che sarei rimasta in questa umida, pesante stanza oscura per sempre.

Leggi tuttoPer una svolta, tante nuove strade

Fatica a lasciar andare

Sento di essere troppo stanca e lo accuso ormai da molto tempo, sia a livello fisico che a livello psicologico. Fatica a dormire e addormentarmi, dolori cronici muscolari e articolari, preoccupazioni che da pensieri passano ad incubi e viceversa, e mi chiedo come mai sono caduta in questo circolo vizioso..come mai una personalità ricca di positività e solarità come la mia sia potuta sprofondare…

Certo trovo molte risposte in questo periodo difficile che sto attraversando in prima persona, ma anche come indiretta coinvolta.

Ancora una volta la sofferenza é tornata a bagnare le mie giornate, consegnando al mio volto un‘altra cicatrice che non se ne andrà e che, guardandomi allo specchio mi vorrà sempre ricordare di non fidarmi del tutto della felicità, di non godermi al fondo i momenti perché dietro ogni angolo anche le curve c‘é l‘ombra pronta a spararmi gratuitamente un‘altra freccia al cuore…

E ti chiedi cosa mai di sbagliato avrai fatto, quale potente piede hai pestato, inqualificabile vita hai commesso tanti erotische meritare tutto ciò. Ti senti stupida nella lamentela, nel tuo soffrire perché sai che non sei l‘unica, non é la fine del mondo e nemmeno la più grave delle pene…che hai tante fortune, amori attorno a cui dovresti attingere per coprire i tuoi dolori, ma non sempre si può, ogni tanto bisogna crollare, per risalire alla cima della montagna che ti sei conquistata, per poter sognare ancora con le tue albe e tramonti, per respirare a pieno quell’aria solo tua e sana…

Per ora fatica, ma di là, vicino anche se sembra lontano già sento il mio mondo che continua a battere ai ritmi della mia serenità temporaneamente perduta che sto tentando di riafferrare, ancora un pochino, ancora qualche sforzo, passo e pazienza e tornerò al sole, lo so.

Io che vivo di luna e mi nutro di sole

 

Si danza sotto la pioggia
Mani tese ad accarezzare il vento,
Silenzio, lampi, impronte nel fango

Poi rapido il ritorno al sole
Musiche e colori di vita e natura
Cuori seduti nelle distese
Ancora silenzio, ancora impronte per gli occhi

Scruti e non sai bene perché
Guardi e vedi, ma non ti rispondi
Un fiume trascorre il tempo coi tuoi pensieri
Quelli di oggi, quelli di ieri..

Meraviglie col volto di luce ovunque
Quando l‘ombra non ha più nulla da vincere dentro di te

Osservi il viso della triste luna
Che ogni notte il sole tiene accesa
Per ricordarle che sta fra le stelle

Un brivido attraversa la pelle
Emozioni che non vanno a morire da nessuna parte
Forze che escono dalle radici
Che non ricordi più di aver piantato,
Vanno a dormire con la luna
Ma vogliono svegliarsi nel sole.

Bipolsoul.com

Quanto senso alla colpa

Se fosse colpa mia? Un‘eco che si soffoca dentro, togliendo immagini e ragioni agli eventi…lasciando impresso solo il volto di un nuovo peso da portare, come avessero le colpe giustificazione per restare ai margini del nostro cammino, delle nostre scelte, a ricordarci quanto sbagliati siamo stati o potremmo essere se…

Sfuggente e veloce vola, invece, il nostro diritto di sbagliare, di essere imperfetti…ed il desiderio di libertà che, chiunque al personale stringe nel petto, ancora una volta si allontana.

Leggi tuttoQuanto senso alla colpa

Imposto la vista a ritmi cardiaci

Esiste chi possiede una buona dose di filosofia, chi ha molta pazienza, chi ancora non porta rancore, rammarico, chi non rimpiange, chi ha fede, chi sostituisce i momenti…esistono infiniti modi di affrontare le nostre altrettanto infinite pagine di vita, anche quelle scritte a fatica oppure lette con dolore. Sì, poichè nessuno lo può dire che è facile, persino quando tutto fila liscio, figuriamoci in situazioni delicate.

Leggi tuttoImposto la vista a ritmi cardiaci

Separati del tutto mai

Qualche volta, quando guardo il cielo, invece di sentirmi il solito „esserino“ piccolo a confronto, mi sento parte di esso.

Mi sento parte di un fiore, di una montagna di un cuore…

Solo ieri ho realizzato che questo concetto ha corpo e testo in fisica quantistica e viene denominato entanglement.

Leggi tuttoSeparati del tutto mai