Una pandemia di paure

Qual‘é il nemico numero uno del progresso? La paura. Come si tiene sotto controllo una massa di persone in dittatura? Sempre con la paura. Quali sono le stanze in cui non entriamo? In quelle che ci fanno paura.

Come ci si libera dalle paure? Con il coraggio, con la volontà. É una presa di coscienza in forma neutrale ed imparziale che ci libera da certe catene in cui cadiamo o ci lasciamo addirittura spingere, cosa naturale, non avessimo paure non sapremmo come difenderci, ma che in un sottile batter d’occhio diventa patologico, controproducente. Il costante essere messi sotto pressione fa male a livello quasi ingestibile, inguaribile.

Ad una mente schiava delle paure, non verrà in mente di accendere una candela, un‘accendino quando va via la corrente, non le verrà in mente di camminare nel buio tastando i perimetri ed ostacoli, perché sarà succube del panico, si sentirà impotente e piccola rispetto al buio improvviso, si farà mangiare dentro dal quel buio, dimenticherà la logica del giorno e la notte,  blackout totale; lascerà se stesso completamente in balia sotto il controllo del terrore.

Leggi tuttoUna pandemia di paure

Una voce da dentro

Quante saranno le mie personalità, quante le voci che mi girano dentro da ascoltare o far affondare?

La verità é che si ha paura di dire tante, sembra pazzo, sembra psicopatico, invece é la pura normalità; é la vita che viene a parlarci, a spingerci. Viene a regalarci riflessioni, viene per darci colpe, per spronarci, per volerci migliori, non perfetti.

Leggi tuttoUna voce da dentro

Il ragionevole dubbio!

A mio avviso, non esisterebbe consapevolezza senza l‘esitenza del dubbio. Un po‘ come dire non esisterebbe il bene senza conoscere il male.

Il fatto che si chiami dubbio ragionevole indica non solo che ci sia una ragione dietro al suo insorgere, ma anche che questa azione guidata dal nostro inconscio ci viene proposta per ottenere una risposta in linea e completa, cioé arrivare ad una consapevolezza, che può essere modificata o archiviata, é flessibile pur annullando in noi x un dato momento la sensazione dell‘incognita.

Leggi tuttoIl ragionevole dubbio!

Forma e vita delle onde

Restare positivi pur non abbassando la guardia è qualcosa di semplice quanto complicato. Nel giusto equilibrio ti permette sia di gioire, persino fortemente, senza credere che quel momento sia assoluto; sia ti permette anche di soffrire in quest’ ottica. Abbandonandoti al dolore pero’ sopravvivendolo, passando oltre, nella convinzione che sia solo un passaggio, un’anello necessario a completare la tua catena.

Leggi tuttoForma e vita delle onde