Maledetta malattia

Scopri di essere malata; no, nulla che ti si vede addosso ed impossibile guardarti dentro, ma c’é e ti rosica in silenzio la quotidianità.

Nessun giudice capace di renderti pena, nessuna vita capace di esserci e, nessun rimpianto più per ciò.

Destinata a cadere e rialzarti, come fosse la tua corsa punita nel piano, dall‘inizio. La solitudine diventa la tua casa, troppo male ricevuto per sentirti ad agio altrove, solo la natura ed i suoi rumori lontani, ti regalano quel poco di pace.

Leggi tuttoMaledetta malattia

Tu che sai che gusto ha il tuo pane

Non é arroganza essere sicuri di sé, quando non sfocia in egoismo la sostanza.

Ogni cosa proporzionale alla propria persona, in regola con la legge dell‘etica e della morale, in asse con le energie sentite, in equilibrio coi pensieri, affine alla propria personalità, lineare con la personale visione della vita non può essere e non verrà punita dal tribunale vita.

Leggi tuttoTu che sai che gusto ha il tuo pane

Orizzonti nati facili

D‘incanto si aprono vie,

si aprono e sembrano tue da sempre..

si aprono e già sai che le avevi costruite.

Non t‘importa di paragonare fatiche.

I tuoi passi si fermano duri al contatto,

le ragioni stanno proprio nel tatto.

Compi opere d‘io, che riguardano un eco

fiato spezzato, cuore gelato anima persuasa, ma soave.

Non sai più che ti spinge a non essere fragile,

ma lo sai, quell‘orizzonte che vedi,

tutt‘altro fu che facile per i tuoi piedi.

Conquista.

Immaginando si può..

Con l‘immaginazione si può arrivare in mille posti lontani e vicini a noi…colorati, profumati fino a perfetto…situazioni, persone e parole viste dalle angolazioni più belle perché a raffigurarle, insieme alla nostra mente, c‘è la nostra anima, il nostro desiderio intimo…

Leggi tuttoImmaginando si può..

Il sorriso completo

„Un‘anima sola attraversa la tempesta

segue il fiuto della natura, segue l‘istinto

come fossero queste gambe e braccia, come fossero questi scarpe

e cammina, non si ferma, non si può non si deve

tutto ciò che deve avvenire, arriverà, tutto ciò che deve svanire scivolerà dietro d noi

con un colpo deciso butti indietro i capelli per liberarti lo sguardo rivolto dinnanzi,

fai una smorfia d benvenuto e con l’angolo della bocca riverso giù trovi l‘umiltà di dire addio a cosa non farà più parte di te…

un sorriso che nessune labbra sanno disegnare se non accompagnati di anima“