Attenzioni

D’incantesimo si aprono

petali d‘un fiore qualunque

Gocce di rugiada

di una purezza cristallina

Alpi che disegnano uno sfondo

alla meraviglia che cogli nell‘orizzonte

Fumi di camini

che conoscono storie

Sagome in movimento

che raccontano vite

Profili fatti col pennello

arredano luoghi di magia

Soffi concessi dall‘aria

Non una volta dimenticano il cielo

E poi battiti,

di tempo e di cuori

Ed ancora, per ogni cosa, attenzioni

Orizzonti nati facili

D‘incanto si aprono vie,

si aprono e sembrano tue da sempre..

si aprono e già sai che le avevi costruite.

Non t‘importa di paragonare fatiche.

I tuoi passi si fermano duri al contatto,

le ragioni stanno proprio nel tatto.

Compi opere d‘io, che riguardano un eco

fiato spezzato, cuore gelato anima persuasa, ma soave.

Non sai più che ti spinge a non essere fragile,

ma lo sai, quell‘orizzonte che vedi,

tutt‘altro fu che facile per i tuoi piedi.

Conquista.