Maledetta malattia

Scopri di essere malata; no, nulla che ti si vede addosso ed impossibile guardarti dentro, ma c’é e ti rosica in silenzio la quotidianità.

Nessun giudice capace di renderti pena, nessuna vita capace di esserci e, nessun rimpianto più per ciò.

Destinata a cadere e rialzarti, come fosse la tua corsa punita nel piano, dall‘inizio. La solitudine diventa la tua casa, troppo male ricevuto per sentirti ad agio altrove, solo la natura ed i suoi rumori lontani, ti regalano quel poco di pace.

Leggi tuttoMaledetta malattia

Tratti di concreto

Nel mio cosmo, che a me pare certamente normale e,dentro al quale sono riuscita a calibrare la mia bilancia-ego ottenendone un equilibrio visibile, seppur considero troppo spesso l‘incostanza della mia linea nei confronti dell‘asse sociale, ho riscoperto ancora una volta una nuova versione di me, un’altra dimensioni di concettualità; ho dato una rinnovata alle pareti della mia anima facendo modo di far uscire ed entrare più energie con i conseguenti rischi e vantaggi.

Leggi tuttoTratti di concreto

Siamo tutti anima propria

L’espressione “fai del bene e scordati, fai del male e ricordati” la dice lunga su molti fronti. Eppure è cosi facile tener in memoria qualcuno che ci ha ferito piuttosto che qualcuno che ci ha dato gioie. E’ il bene che non va dimenticato, sia per chi lo fa che per chi lo riceve, il male dovrebbe solo servire a dirci: “questo non lo voglio per me” “questo non lo farei nè lo augurerei ad altri”.

Leggi tuttoSiamo tutti anima propria