L‘invisibile d‘io

Dico sempre, che se c’è da aver paura di qualcosa, non é di quel che si vede e tocca, semmai di ciò che esiste ma non siamo nella capacità di vedere in quanto si tratta di cose che per certi versi si possono indirettamente osservare sotto forma di effetti leggeri o meno che fanno sul nostro corpo e mente, ma nella realtà dei fatti, rimangono invisibili ad occhio nudo in quanto é umanamente impossibile di captarle o materializzarle.

In queste settimane è iniziata l‘accelerazione del Countdown finale per l‘essere umano, ci troviamo di fronte alla prima grande vera ed enorme apocalisse di ogni tempo e ciò nella piena e totale incoscienza comune, poiché siamo stati a tal punto traviati é deviati da un‘infinita di informazioni mediatiche, di tempistiche, di schemi, di malattie, di perversione,di materia, materiale e chi più ne ha più ne metta, da non essere più facile l‘accorgesene o il credere l‘uno o l‘altro parere, da non avere più fonti né fede neutrale o imparziale, nette opinioni, logica o filosofica che sia…a tal punto da autodichiararsi pronti al punto. Uguale cosa sia, quale sia, quanto sia e come venga…poiché quel che sarà o sarà é talmente grande per noi, da sembrare di non poterci più fare nulla. É proprio qui che i duri iniziano a giocare.

Leggi tuttoL‘invisibile d‘io

Nel qui e adesso

Ha un gusto di semplice il presente, il qui e adesso, genuino, completo…come sentirsi a casa, eppure molto spesso si vive nel passato o si balza al futuro lasciando all‘attuale troppo poco spazio.

A volte l‘esserci oggi é pesante, opprimente e la reazione e cercare un rifugio altrove; in un ricordo, un profumo, una canzone oppure li più avanti in un progetto in un‘ambizione. Così succede che diventa un abitudine il fuggire dall‘ora, dal qui e adesso.

Molti stimoli esterni ci portano anche dentro questo meccanismo e, presto e facilmente si dimentica l‘importanza dello stare nel presente.

Leggi tuttoNel qui e adesso

Memorie di un passato

Per quanto si possa cancellare, il passato non ci abbandona…nessuno esente. Le cose belle, le cose brutte, i profumi, gesti e poi ancora sorrisi, abbracci e lacrime, lacrime amare…tutto resta in cassetti nascosti o meno di noi, i neuroni non dimenticano!

Esiste però la coscienza di un grande fatto, si può vivere felici lasciando archiviate le cose più brutte e permettendo a ciò che ci avviene nel presente di attraversarci con il bel rischio e dubbio di lasciarci un buon ricordo.

Leggi tuttoMemorie di un passato

Tutto fuori

É La necessità ha molti volti, molti ne ha anche la personalità..qualcuno persino le virtù. A turno e tratti ci accompagnano, lavorano con noi, affrontano con noi i fatti. Ci aiutano, ci stanno contro, attorno o immersi dentro.

Vicino a questo, prosegue lo schema del vivere, alcune cose si ripropongono sotto altre prospettive, altre giungono nuove e poi ricordi, frammenti e le sensazioni…

Una bilancia che tenta l‘equilibrio, sfida la gravità, pondera i pesi, non butta via niente ogni cosa fa parte della retta.

Leggi tuttoTutto fuori

Una voce da dentro

Quante saranno le mie personalità, quante le voci che mi girano dentro da ascoltare o far affondare?

La verità é che si ha paura di dire tante, sembra pazzo, sembra psicopatico, invece é la pura normalità; é la vita che viene a parlarci, a spingerci. Viene a regalarci riflessioni, viene per darci colpe, per spronarci, per volerci migliori, non perfetti.

Leggi tuttoUna voce da dentro

Sii il sorriso che vorresti incontrare

Certo, non si può sempre sorridere, né restare positivi al cento per cento in ogni occasione..ci sono troppi fattori che devono lavorare insieme per esserlo e, a volte, la vita ci mette a dura prova.

Ne ho avuto nuovamente esempio da poco, realizzando con molto giudizio, coraggio e forza, che lo stato acuto e cronico della mia malattia non mi consente di passare un‘esistenza in totale assenza di medicinali; infatti un tetto o pavimento di copertura terapeutica farmacologica purtroppo ci vuole e per fortuna esiste questa possibilità.

Leggi tuttoSii il sorriso che vorresti incontrare

Mamme pilastri del mondo

Diventare mamma, si sa, cambia la vita, cambia il nostro corpo, cambia il nostro modo di ragionare e reagire….cambia una vastità di cose.

Oggi voglio dedicare la mia attenzione a questo tema, cogliendo l’occasione per fare auguri di profondo rispetto a tutte le madri del mondo, a coloro che non ci sono più, che lo stanno per diventare, che ne fanno le veci o che desiderano di diventarlo.

Leggi tuttoMamme pilastri del mondo

Diario di un giorno semplice

Ho fatto qualche giorno pausa indirettamente, il tempo scorre veloce e la mia testa è sempre occupata da pensieri positivi, è piacevole trascorrere in questa maniera le giornate.

Oltrettutto ho iniziato a frequentare un uomo con la “u” maiuscola, anni che non incontravo una persona cosi’, credevo non esistessero invece, ecco che incrocia il mio cammino e ci piacciamo. Vedremo cosa, con calma, ne uscirà, sono abbastanza positiva a riguardo e, cosa piu’ importante, sono estramamente tranquilla. Diffonde pace interiore pensarlo e vederlo, mai successo prima.

Leggi tuttoDiario di un giorno semplice

In cambio della mia anima

Sono super felice, ho potuto dormire le mie sei ore, ed anche se la situazione va tenuta sott’ occhio, sono molto piu’ tranquilla a riguardo, non credo di essere in fase maniacale, ci va solo ancora qualche giorno per permettere all’organismo di abituarsi a questo risveglio improvviso dopo sette mesi di depressione. Non siamo macchine daltronde.

Un passo alla volta mi vien da pensare, devo ricordarmene quando mi metto a fare passi da gigante, cosa che sta nella mia natura di donna “tutto-fare”, di anima espansiva e aperta, di spirito veloce, dalle capacità intelletuali e di comprensione ampie.

Leggi tuttoIn cambio della mia anima

Una barriera capace di uccidere

“Mille parole non valgono un silenzio capace di aprire un arcobaleno!”

E’ una barriera sottile quella che divide l’istinto e la coscienza dalla ragione, quella che divide l’intuizione dal sapere, cosi’ sottile da poter essere paragonata ad una membrana; con un’apparenza fragile, ma una consistenza solida e resistente capace di attenuare lo “shock da urti”. Proprio li’, al centro, i due poli si incontrano e scontrano, si fondono e, diventano idee, decisioni, impulsi……

Leggi tuttoUna barriera capace di uccidere