La solitudine non é un peccato

Quante volte son stata ad ascoltare l’eco dei miei urli più profondi?Quante volte ho aspettato che incontrassero abbracci, sostegno?

Tante, troppe le volte che ci sono stata per gli altri; poche quelle in cui si é stati lí per me. Nel materiale ho potuto contare qualche volte sul sostegno di pochi vicini, ma sono mancati i „grazie a te“, i „puoi contare su di me“, i „non sei sola col peso della tua anima, vieni che ti mostro come li porto io“.

Leggi tuttoLa solitudine non é un peccato

Sei di quelle invisibili

Sa essere dura la realtà, sa essere così dura da confonderla con la vita. Per quanta forza, volontà e cura tu possa investirci, alle volte non basta.

Ricordi di un sole non tanto lontano, ma pur sempre non raggiungibile in questo momento. Sogni di essere in un incubo e di svegliarti presto, ma proprio sembra che non sia un tempo a tuo favore…cerchi di accettare anche questo, racimoli le tue qualità e gonfi i polmoni di aria per soffiare via questa brutta ombra di nubi che ha deciso di accompagnarti.

Leggi tuttoSei di quelle invisibili

L’amore che muove la vita e le altre stelle

Una forza disarmante insieme con una profonda sensazione di soddisfazione e piacere nella vita mi stanno accompagnando da quattro giorni. Posso ufficialmente dichiararmi uscita dalla depressione, ma resta un dubbio di fondo che solo nelle prossime settimane si rivelerà: sto entrando in fase maniacale o è tutto normale energia e felicità come temperamento? Che poi sono anche pilastri del mio carattere, del mio essere e filosofia. Non nascondo che un po’ di paura ce l’ho ogni tanto, anche perchè si presentano alcuni sintomi riconducibili alla fase ipermaniacale del mio disturbo bipolare, ma essendo cosi’ sottili le pareti di queste fragili mura del mio cervello potrebbe semplicemente trattarsi di gioia di vivere. Dovrei iniziare a godermela di piu’, a sentirla meritata piu’ che altro, per il mio duro lavoro.

Leggi tuttoL’amore che muove la vita e le altre stelle

Con gran forza in scivolata

Giorno 4 da stazionaria, è domenica e sono felice di poter passare la giornata a casa con mia figlia ed i nonni. Ho realizzato una cosa che ora comincero’ ad analizzare e dividere in piccoli punti in modo da poter digerire e affrontare lasciandomi alle spalle il tema una volta per tutte.

Le dipendenze: il danno piu’ grave che fanno è quello di lasciare nel nostro cervello sempre una porta aperta che ci dirà di ricaderci nonappena ci sono giornate storte, stressanti, faticose, tristi.

Leggi tuttoCon gran forza in scivolata

Come un’arcobaleno dal reparto

Un mix di sentimenti ho vissuto oggi. Nel complesso devo dire positivi, il mio corpo e la mia testa stanno reagendo prontamente insieme con me in questa mia nuova battaglia, ne sono estremamente felice. Non è tutto solo bello e facile, cerco di sorvolare i sintomi dell’astinenza che mi provocano prurito intenso sparso nelle parti corporee e stati di ansietà, riuscendo nuovamnete a cogliere senso nelle cose belle della vita. Gioire di sentire  e vedere mia figlia, di farmi un bagno serena e tranquilla, di aver voglia di truccarmi e sentirmi bella guardandomi riflessa nello specchio, piacere di concedermi dei dialoghi con persone anche sconosciute. Persino nel mio desiderio sessuale c’è cambiamento: da apatia sono passata all’ interesse verso l’uomo, verso il contatto, pur non avendolo posso dire che il mio fisico e mente lo desidererebbero ora, sono mesi che non avevo questo piacevole pensiero.

Leggi tuttoCome un’arcobaleno dal reparto

la tua storia infinita

„Fai la coda fra i pensieri della tua mente

non ti accorgi che scivola il presente

Quando domani arriverá

avrai perso un‘altra pagina

Non abbatterti non é la fine

potrai sempre allargare il confine

Senti forte il cuore battere

vuole dirti di combattere

Riuscirai a trovare la forza

come la tenessi chiusa in una stanza

E senza nascondere le lacrime al cuore

tu guarda la vita è porgigli il tuo amore

Vedrai sarà un cammino fatto anche di salita

ma solo per dar senso alla tua storia infinita.“

D’improvviso

“D’improvviso si apre quel silenzio assordante

copre tutte le voci anche la piu’ pesante

Non vorresti il nero nel tuo presente,

ma quando è deciso non puoi farci niente.

Sorridi cercando di dar forza alla tua mente,

ti convinci del bello fermamente.

Con ansia e trasporto rivivi quei momenti silenziosamente

E sperando che nel cuore non resti la traccia,

con le mani ti accarezzi piu forte la faccia.”