Sei di quelle invisibili

Sa essere dura la realtà, sa essere così dura da confonderla con la vita. Per quanta forza, volontà e cura tu possa investirci, alle volte non basta.

Ricordi di un sole non tanto lontano, ma pur sempre non raggiungibile in questo momento. Sogni di essere in un incubo e di svegliarti presto, ma proprio sembra che non sia un tempo a tuo favore…cerchi di accettare anche questo, racimoli le tue qualità e gonfi i polmoni di aria per soffiare via questa brutta ombra di nubi che ha deciso di accompagnarti.

Leggi tuttoSei di quelle invisibili

Per una svolta, tante nuove strade

Sto uscendo ora da un anno abbondante di oscurità, sotto una costellazione di nuvole cariche di pioggia nella mia vita privata. Non mi sento la sola ad attraversare periodi di buio, siamo tanti anzi, per quel che riguarda me e questo faticoso periodo che sento di star buttando alle spalle, ho creduto per la prima volta nella mia vita, nonostante le varie brutte vicende che mi son capitate durante la mia esistenza, che non ne sarei più uscita…ho creduto che sarei rimasta in questa umida, pesante stanza oscura per sempre.

Leggi tuttoPer una svolta, tante nuove strade

La fiducia, un tetto nel deserto

Vorrei provare questa volta ad invitare chiunque lo desideri, ad abbandonare i nostri confini predefiniti per concedere alla nostra mente di viaggiare nel tempo e lo spazio dando come titolo a questa „crociera“ l‘argomento  in oggetto: la fiducia.

Non posso sapere in quali onde vi imbatterete voi a proposito, neppure da quali correnti vi lascerete trasportare a riguardo, potrò parlarvi però ancora una volta, del mio di „trip“.

Leggi tuttoLa fiducia, un tetto nel deserto

Specialità di Natale

Che dire un’altro anno si avvicina alla fine o per meglio dire al principio, uno parte, uno arriva, momenti pieni di positività anche se nessun periodo piu’ del Natale sa nascondere dietro volti in allegria, quei pensieri colmi di malinconie quel passato che un po’ tutti sa pungere nel presente, quei buoni propositi per il futuro (che chissà perchè rendono tristi). Quest’anno voglio lasciare poco spazio allo sconforto, alle mancanze, voglio vivere nel momento, voglio godermi ogni singola smorfia di curiosità e felicità che si formerà sul viso della mia piccola che sta scoprendo il mondo, voglio vivere guardando negli occhi solo quei sentimenti di gioia, mentre ad un’altra risata mi cadranno dalle spalle le pesantezze, voglio pensare positivo, in grande, pensare che tutti stiano come staro’ io, che tutti avranno la convinzione di avere già cosa occorre, che abbiano la sensazione che manchi nulla e se la gusteranno.

Percio’, Caro babbo natale, salta il mio turno, usalo per riposare o per chi ne avrà piu’ bisogno perchè quel che io avrei da chiedere non tocca a te portarlo, non tocca a me riceverlo, l’unico desiderio che ho oltre la serenità e salute dei miei cari è l’equilibrio dell’umanità, quella pace che esplode fuori perchè viene da dentro, quella lucina sempre accesa a scacciare le ombre, quel lavoro che non è altro che nostro.

Leggi tuttoSpecialità di Natale