L‘invisibile d‘io

Dico sempre, che se c’è da aver paura di qualcosa, non é di quel che si vede e tocca, semmai di ciò che esiste ma non siamo nella capacità di vedere in quanto si tratta di cose che per certi versi si possono indirettamente osservare sotto forma di effetti leggeri o meno che fanno sul nostro corpo e mente, ma nella realtà dei fatti, rimangono invisibili ad occhio nudo in quanto é umanamente impossibile di captarle o materializzarle.

In queste settimane è iniziata l‘accelerazione del Countdown finale per l‘essere umano, ci troviamo di fronte alla prima grande vera ed enorme apocalisse di ogni tempo e ciò nella piena e totale incoscienza comune, poiché siamo stati a tal punto traviati é deviati da un‘infinita di informazioni mediatiche, di tempistiche, di schemi, di malattie, di perversione,di materia, materiale e chi più ne ha più ne metta, da non essere più facile l‘accorgesene o il credere l‘uno o l‘altro parere, da non avere più fonti né fede neutrale o imparziale, nette opinioni, logica o filosofica che sia…a tal punto da autodichiararsi pronti al punto. Uguale cosa sia, quale sia, quanto sia e come venga…poiché quel che sarà o sarà é talmente grande per noi, da sembrare di non poterci più fare nulla. É proprio qui che i duri iniziano a giocare.

Leggi tuttoL‘invisibile d‘io

Danza dentro al vento

Qualche volta vivi e non ne sai il perché, altre volte vivi senza un perché, certe volte il perché lo conosci eccome, ti riempi o ti svuota, ma ne lascia un motivo, una traccia.

Ad ogni modo non ne perdi il suono, non perdi la speranza e con sole o pioggia, insalita o discesa, tu danzi col vento..danzi nel vento.

Leggi tuttoDanza dentro al vento

Il termine paragone

Il fatto stesso che già la parola in sè è composta da “para” (parallelo) mi aiuta ad orientarmi nel discorso che voglio affrontare questa volta. Vorrei mettere l’accento infatti, su come arrivare a certe conclusioni complete nei punti di visti primari considerati, cioè nell’incognita da un lato e nella logica dal’altro. ruotando attorno a noi gli assi in soggetto.

Sono convinta che sia necessario quanto affascinane partire ed incanalare i nostri ragionamenti sempre considerandone, metaforicamente parlando un esempio di segmento (linea compresa pra due punti) ed uno di retta (l’infinità), da una parte la classica stanza con porta e finestre, dall’altra un open space.

Leggi tuttoIl termine paragone

Para, Pseudo o Me stesso?!

 

Per rendere il concetto che vado a spolverare questa volta, mi dovro’ impegnare molto. La scienza è bella, la matematica, la logica, le regole fisiche, la quantistica, gli atomi, la geometria, la medicina tradizionale….tutto molto affascinante, ma soprattutto tangibile, riconducibile ad eventi, figure, assi e schemi fissi e stabiliti da studi e teorie concluse con la prova del nove.

Dove vogliamo collocare qui, fra queste cose, la psicologia e l’enorme lavoro della nostra mente, del subconscio, di coscienza, istinti e spirito? Questo insieme, seppure titolo ed argomento di studio da secoli di molti grandi della storia anche contemporanea, non fonda alcune radici verificabili, di conseguenza viene spesso speculato su di essi.

Leggi tuttoPara, Pseudo o Me stesso?!

Una Mente grande..

Quante cose si vedono e provano durante questo « casuale » cammino di vita?

E quante di queste restano fra i nostri ricordi scioccandoci, convincendoci o costringendoci a cambiare il nostro pensiero, anche bloccandoci piuttosto che facendoci progredire nelle ragioni che poi ci diamo e di conseguenza adottiamo nelle varie situazioni?

Leggi tuttoUna Mente grande..