Fatica a lasciar andare

Sento di essere troppo stanca e lo accuso ormai da molto tempo, sia a livello fisico che a livello psicologico. Fatica a dormire e addormentarmi, dolori cronici muscolari e articolari, preoccupazioni che da pensieri passano ad incubi e viceversa, e mi chiedo come mai sono caduta in questo circolo vizioso..come mai una personalità ricca di positività e solarità come la mia sia potuta sprofondare…

Certo trovo molte risposte in questo periodo difficile che sto attraversando in prima persona, ma anche come indiretta coinvolta.

Ancora una volta la sofferenza é tornata a bagnare le mie giornate, consegnando al mio volto un‘altra cicatrice che non se ne andrà e che, guardandomi allo specchio mi vorrà sempre ricordare di non fidarmi del tutto della felicità, di non godermi al fondo i momenti perché dietro ogni angolo anche le curve c‘é l‘ombra pronta a spararmi gratuitamente un‘altra freccia al cuore…

E ti chiedi cosa mai di sbagliato avrai fatto, quale potente piede hai pestato, inqualificabile vita hai commesso tanti erotische meritare tutto ciò. Ti senti stupida nella lamentela, nel tuo soffrire perché sai che non sei l‘unica, non é la fine del mondo e nemmeno la più grave delle pene…che hai tante fortune, amori attorno a cui dovresti attingere per coprire i tuoi dolori, ma non sempre si può, ogni tanto bisogna crollare, per risalire alla cima della montagna che ti sei conquistata, per poter sognare ancora con le tue albe e tramonti, per respirare a pieno quell’aria solo tua e sana…

Per ora fatica, ma di là, vicino anche se sembra lontano già sento il mio mondo che continua a battere ai ritmi della mia serenità temporaneamente perduta che sto tentando di riafferrare, ancora un pochino, ancora qualche sforzo, passo e pazienza e tornerò al sole, lo so.

Imposto la vista a ritmi cardiaci

Esiste chi possiede una buona dose di filosofia, chi ha molta pazienza, chi ancora non porta rancore, rammarico, chi non rimpiange, chi ha fede, chi sostituisce i momenti…esistono infiniti modi di affrontare le nostre altrettanto infinite pagine di vita, anche quelle scritte a fatica oppure lette con dolore. Sì, poichè nessuno lo può dire che è facile, persino quando tutto fila liscio, figuriamoci in situazioni delicate.

Leggi tuttoImposto la vista a ritmi cardiaci

Un amore morto sul nascere

Noto con piacere e soddisfazione, che continuo a sapere cosa mi aspetto in amore, che non mi accontento nè accetto piu’ mancanza di rispetto. Questo per dire che il mio giovane amore sul nascere è gia crollato, ho dovuto prendere provvedimenti immediati e senza ritorno. Ci sono fatti sui quali non posso sorvolare, non posso non considerare come segni premonitori di un’ insana base per un tipo di rapporto durativo nel tempo.

Leggi tuttoUn amore morto sul nascere