Una nuova esperienza ancora

 

Lo chiamano spesso viaggio della speranza, un viaggio fatto di rischi e buoni propositi..un viaggio in cui si crede o paradossalmente in cui non si ha fiducia…
Io voglio chiamare il mio di oggi così perché sto andando finalmente da mia figlia, ho atteso sei giorno questo momento è sono per strada già da 13 ore per raggiungerla ne mancano ancora circa 5.
Non so spiegare la mia gioia di questo momento…oltre al fatto che ho conosciuto bella gente, con qualcuno mi sono addirittura scambiata il numero e una persona in particolare la incontrerò questa sera…per passarci una bella serata in compagnia, un uomo chiaramente.
Più giovane di me, come spesso capita molto attraente e maturo Peró devo dire e molto responsabile per l‘impiego che svolge e la professionalità in cui lo fa…va bene do un altro dettaglio, é uno dei due autisti che sono entrambi molto solari, corretti e gentili.
Questo tratto di strada che stiamo percorrendo é il più pericoloso di tutto il viaggio la famigerata Salerno Reggio Calabria, ma é anche da dire che passato questo tratto mancherà poco al mio più intenso e profondo abbraccio d‘amore con mia figlia….voglio proprio vedere che faccia farà nel vedermi e anche tutti gli altri!!
Avrò modo anche di essere presente al matrimonio di mia cugina e farò probabilmente una trasferta a Krotone dove mi incontrerei con una grande grande amica di Torino che sarà anche lei combinazione lì per vacanza in questo periodo….
Tante belle sorprese e bei momenti ho vissuto in questo breve soggiorno al Nord Italia…ho visto molte persone a me davvero care care e ne sono stata felice, sono soprattutto stata colpita dalla voglia che avevano di vedermi nonostante fossero presi da impegni lavorativi e non…davvero bei momenti, davvero belle persone qui stretta a me, nella mia vita….non vi nascondo che così mi fate sentire speciale e ve ne sono grata!!
Credo che la seconda cosa dopo saluti baci e chiacchiere domani sarà quella di gettarmi nell‘acqua di mare puro e stupendo calabro!
Non nego che nonostante la bellezza di tutte queste esperienze, di queste ferie ho anche piacere di tornare a casa….di depositarci le mie energie care, cariche e positive ed incamminarci in questa nuova stagione di vita….pezzi nuovi di storia già.
A voi lascio una buonanotte fatta di gioia da cogliere a partire dal risveglio e che non conosca poi mai più resa o sconfitta!
A presto.

Quel vero non vedo

Nel collettivo e nel singolo, si fa presto a distaccarsi dalla realtà e confonderla con l’apparenza del vero. Personalmente, mi stacco dalla realtà con una frequenza molto alta in una singola giornata, sia consapevolmente che incosciamente. Si, parlo anche di stadi di trans; e no, non è magia,non è stranazze o pazzia, ma vita, natura!

Sono tratti di stadi dimensionali del pensiero alternati a fasi intensive di espressione e raffigurazione di esse (una sorta di meditazione indotta) e mi capitano mentre svolgo le mie normali attività quotdiana, mentre parlo e vivo. A voi no?

Leggi tuttoQuel vero non vedo

Tratti di concreto

Nel mio cosmo, che a me pare certamente normale e,dentro al quale sono riuscita a calibrare la mia bilancia-ego ottenendone un equilibrio visibile, seppur considero troppo spesso l‘incostanza della mia linea nei confronti dell‘asse sociale, ho riscoperto ancora una volta una nuova versione di me, un’altra dimensioni di concettualità; ho dato una rinnovata alle pareti della mia anima facendo modo di far uscire ed entrare più energie con i conseguenti rischi e vantaggi.

Leggi tuttoTratti di concreto

Diario di un giorno semplice

Ho fatto qualche giorno pausa indirettamente, il tempo scorre veloce e la mia testa è sempre occupata da pensieri positivi, è piacevole trascorrere in questa maniera le giornate.

Oltrettutto ho iniziato a frequentare un uomo con la “u” maiuscola, anni che non incontravo una persona cosi’, credevo non esistessero invece, ecco che incrocia il mio cammino e ci piacciamo. Vedremo cosa, con calma, ne uscirà, sono abbastanza positiva a riguardo e, cosa piu’ importante, sono estramamente tranquilla. Diffonde pace interiore pensarlo e vederlo, mai successo prima.

Leggi tuttoDiario di un giorno semplice

Felicità alla base

E’ categorico, è scontato, ma ogni fine anno ci si ritrova a segnare una riga sulla nostra storia con l’augurio di una buona continuazione, tutti nell’ultimo giorno dell’anno vivono flashback, sognano positivo, desiderano…

Leggi tuttoFelicità alla base

Quando l’anima si sposta dalla linea

Mi sento davvero strana a volte, ad esempio in questo periodo, come disallineata, corpo e anima non lavorano insieme. Ho voluto smettere di prendere le medicine perchè prima di Natale mi sentivo meglio, piena di energia, positività, motivazione ed equilibrata, poi qualcosa è cambiato, i pensieri tendono al negativo mi sento stanca fisicamente e mentalmente, quasi consumata, ma da cosa non saprei.

Leggi tuttoQuando l’anima si sposta dalla linea

Un dito puntato di nome giudizio facile

E’ cosi’ facile  cadere nel pregiudizio o giudicare un’apparenza, a chiunque è capitato é nella natura dell’essere umano. Si fa fatica ad entrare nei panni di un’altra persona o pensare prima di esprimere un giudizio che magari resta solo dentro di noi, resta un pensiero fugace, con un’altra ottica. Quante volte ci facciamo un’altra immagine di chi abbiamo davanti o di un azione che qualcuno compie e, conoscendo in seguito l’origine che l’ha scaturita cambiamo il nostro parere anche sentendoci magari in colpa per aver pensato male?

Leggi tuttoUn dito puntato di nome giudizio facile

L’inizio della fine

Siamo ad un punto in cui il progresso fa dei passi da gigante su tutti i fronti, eppure ci guardiamo intorno e cosa vediamo?Al di là di infrastrutture ultramoderne, si vedono aumenti di malattie e malati, si vedono recessioni di civiltà, si vedono aumenti di stimoli e fabbisogni a danno della psiche delle persone e non solo; ma allora dove finiscono i benefici di queste scoperte, di questa modernità? Dove sta il positivo in tutto questo e a cosa stiamo andando incontro? Sarà questa una rivoluzione tacita in cui i grandi alle nostre spalle stanno combattendo al nuovo ordine di potere? E chi vincerà e poi cosa?? Certo è, il virtuale e la tecnologia giocano qui un ruolo di base, sempre piu’ l’uomo e le sue capacità vengono sostituite da forze artificiali con conseguente aumento di senso di inutilità nelle menti e sulle mani, fatto che fa aumentare depressioni e disagi esistenziali in generale..lo vogliamo davvero questo? Perchè non si sentono grida di contrarietà, prese di posizione da parte della popolazione? Siamo noi la maggioranza, eppure..ci va davvero bene cosi’?Oppure ci troveremo solo in mezzo a tutto il nuovo mondo come fosse piovuto dal cielo….Personalmente questo terzo conflitto mondiale nel centro del quale stiamo navigando credo sia il peggiore e con piu’ vittime di tutte le guerre mai combattute, cadranno a milioni e, nel silenzio dell’omertà ci si guarderà tra i superstiti e solo allora si capirà, si avrà giudizio e quella pioggia di innocenti persi per la strada resterà un velo sul volto dei sopravvissuti per sempre!

Forse sono visioni, forse speculazioni, forse il risultato di tutti i messaggi decifrati di coscienze che campano nell’aria, che da anni ci vogliono dire che ci stiamo per annullare, ci stiamo aniettando. Abbiamo seguito un progresso a circuito chiuso e, credendo di sfruttare, usufruire dell’infinito siamo invece caduti nel buco dell’egoismo, e ciechi di questo sentimento si raccoglieranno i cocci di un’altro pezzo di storia che come ultima possibilità segnerà il nuovo inizio….Profezia..teoria e sentimento… logico ed illogico, vita e morte, anelli di congiunzione e non piu’ catene..o ancor piu’ catene?!

Piu’ domande che risposte purtroppo..

Cosi’ continuo

Mi sento strana a volte, come galleggiante in una dimensione che non mi appartiene, senza punti di appiglio, senza muri nè pavimento nè tetto…a spasso nel mio universo.

Confondo facilmente una normale felicità con sintomi di euforia pre-maniacale, mi viene difficile talvolta, credere che sia una naturale risposta del mio stato emozionale, anche perchè quando provo questo sentimento lo provo in grande. Inizio a viaggiare con la mente e sento le endorfine invadermi corpo e anima in una maniera cosi’ estrema da mettermi il dubbio che non sia normale, invece lo è, ognuno ha il suo modo di percepirlo e, al mio mi devo solo ancora abituare forse. 

Leggi tuttoCosi’ continuo

Una strana convinzione questa

La convizione ci porta a non vedere altre alternative a non avere una visione allargata del tema in esame. Vi è mai capitato di notare solo in un secondo momento un errore di lettura, per esempio, di aver letto una parola invece di quella che c’era scritta? Questo puo’ succedere quando il cervello crede di sapere ed indovina da solo il testo che stiamo leggendo, ha la certezza di conoscere i contenuti perchè magari li lega a pensieri che noi abbiamo già fatto in precedenza o abbiamo in maniera diversa in testa da come ci viene proposta.

Leggi tuttoUna strana convinzione questa