Ti diranno

Ti diranno che sei forte, che lo sei sempre stato, che non puoi dimenticare come si fa.

Ti diranno che é solo un momento, che dopo la salita ti godrai il panorama che ti sei meritato, che capiti a tutti.

Ti diranno di non arrenderti, di tenere duro, che tutti lo fanno, tutti lo sanno.

Ti diranno sempre il contrario di quel che vorrai sentire, sapranno tutti il metodo migliore per uscire dal tunnel, anche se quel tunnel non é il loro ma il tuo.

Cosí passeggi fra i tuoi pensieri, li sfogli e scarti in cerca di quello giusto, della soluzione cucita addosso a te, cucita minuziosamente da te. E la trovi, perché sai che l‘hai seminata nel tuo profondo un giorno, forse quando pensavi che di soluzioni non c’è ne fossero più; o forse quando sapevi per certo che ne avresti trovata sempre una anche quando in un futuro prossimo o lontano la riperderai…

Non hai mai atteso risoluzioni dagli altri, non hai mai appeso speranze nel vuoto, sapevi di poter contare solo su te, ed é lí che sulle ferite hai appoggiato i tuoi desideri, lí che hai pianto le tue lacrime, li che hai rivolto parole a dei e diavoli, propri lì che hai trovato l‘amore è guarigione. Sai che il male non é venuto per un motivo preciso, che niente e nessuno c’è l‘ha con te anche quando sembra cosí, sai che é venuto e basta e che non lo lascerai andare senza averlo trasformato in bene, in biodegradabile ecologico…concime per fiori bellissimi di un giardino che vuoi abitare ed augurare agli altri di avere.

Fra nuvole e temporali, sai di aver scorto arcobaleni stupendi, tramonti infiniti, profumi di vita…questo non puoi dimenticare, non a non essere forte; abbiamo diritto alla debolezza, abbiamo diritto a crollare, urlare, piangere…ma solo con il ricordo delle cose belle torneremo in poppa a godere delle meraviglie che l’esistenza a volte mostra spudoratamente altre, nasconde per renderle ancor più magiche e vive.

Ti diranno tante cose, ma tu ascolta la tua voce dentro, quella che nuda con la specchio davanti ti insegnerà la strada, e vai corri su arcobaleni nel vento, e bacia per me la pioggia.

 

Lascia un commento